Voltura contatore Enel

Effettuare la voltura del contatore Enel è essenziale quando si vuole procedere a conservare il medesimo contratto relativo ad un immobile quando ci si trasferisce in nuovo appartamento. Vediamo in che modo procedere e quali sono i costi previsti.

Come fare la voltura del contatore Enel

Per poter trasferire il contratto esistente presso una determinata unità immobiliare ad un nuovo intestatario (nuovo inquilino o nuovo proprietario) è necessario avere a portata di mano alcuni dati: il proprio codice fiscale e gli altri dati anagrafici, il codice POD relativo al contatore elettrico e quello PDR per la fornitura del gas naturale (entrambi si ricavano dal contatore Enel, oppure dall’ultima bolletta del vecchio intestatario della fornitura), comunicare l’ultima lettura utile del contatore, presentare una dichiarazione congiunta con il precedente titolare del contratto.
La comunicazione di questi dati deve essere fatta direttamente ad Enel, in qualità di fornitore del servizio di utenza: quest’ultimo, poi, provvederà a girare la richiesta al distributore locale, che si occuperà materialmente di eseguire gli interventi necessari ad effettuare la voltura del contatore.

Esito della procedura e costi

Una volta inoltrata la pratica ad Enel, è possibile seguirne lo stato di avanzamento accedendo alla propria area personale sul sito web della compagnia (nella sezione dedicata alle “Tue pratiche”). Ovviamente, per far ciò bisogna aver stipulato precedentemente un contratto di fornitura con questo operatore ed essersi registrati con le proprie credenziali d’accesso.
A differenza del subentro, per il quale è necessario aver saldato le precedenti poste rimaste inevase dal precedente titolare, la ripartizione dei consumi avviene in caso di voltura al momento del perfezionamento della pratica. In questo caso, al nuovo soggetto spetterà versare il contributo di 27 euro, oltre agli oneri amministrativi e alle imposte di bollo previste. Enel, inoltre, richiede un deposito cauzionale da versare al momento della richiesta e che può essere liberato alla scadenza del contratto.