Produrre energia green senza affrontare spese esorbitanti è ora possibile, grazie al progetto nato da un gruppo di ricercatori dell’Università di Malaga e dell’Istituto di Tecnologia di Genova e Milano.

La sfida posta loro era piuttosto ambiziosa: produrre sistemi termoelettrici capaci di generare energia green e a basso costo. 

Risultato? Una maglietta hi-tech, interamente o quasi a base di cotone e bucce di pomodoro, in grado di produrre energia elettrica sfruttando la differenza di temperatura tra corpo e ambiente. 

Maglietta Hi-Tech realizzata con cotone e bucce di pomodoro

Il lavoro del team italo-spagnolo non si ferma qui. Il futuro dell’invenzione della maglietta hi-tech non è prestabilito: le magliette potrebbero, ad esempio, diventare dispositivi riflettenti per essere utilizzate di notte o anche dispositivi in grado di produrre energia sufficiente per ricaricare il cellulare dalla maglietta, senza l’utilizzo di caricabatterie. Ma non solo. Si pensa anche ad applicazioni in ambito biomedico grazie alla possibilità di monitorare i segnali di chi indossa la maglietta hi-tech o in robotica per migliorare le caratteristiche e le capacità dei robot. 

Una studentessa dell’Università di Malaga, Susana Guzman, ha dichiarato che nei laboratori dell’università è stata creata un’antenna Wi-Fi partendo dalle bucce di pomodoro e dal grafene. Stanno studiando la possibilità di incorporare questa invenzione nella maglietta.

Questa ricerca è da inserire in una serie di studi che hanno come idea base quella di sviluppare nuove soluzioni per dispositivi in grado di convertire la differenza di temperatura in energia con materiali ecosostenibili e a basso costo – spiega Mario Caironi dell’Iit di Milano, coordinatore della ricerca. La collaborazione tra i ricercatori spagnoli e italiani ha permesso che questa iniziativa diventasse il prototipo della prima maglietta in grado di produrre energia. La formula per produrla è semplice e ha come base una maglietta di cotone, che rappresenta un materiale naturale, leggero, velocemente biodegradabile e disponibile in grandi quantità.

Il primo passo è la preparazione di una soluzione di acqua, etanolo, bucce di pomodoro e nanoparticelle di carbonio. Dopo averla scaldata, la soluzione viene versata sulla maglietta e aderisce alle singole fibre di cotone. La maglietta acquisisce così proprietà termoelettriche e riesce a convertire in energia la differenza di temperatura tra il nostro corpo, anche da fermo a 37°C circa, e l’ambiente esterno: un’energia totalmente green.

Tellurio, piombo e germanio

Tellurio, piombo e germanio sono i nomi dei principali elementi chimici utilizzati per fabbricare dispositivi termoelettrici in grado di convertire l’energia termica in energia elettrica e viceversa.

L’uso di questi materiali è dovuto al fatto che permettono di ottenere un’ottima performance dei dispositivi termoelettrici, ma , al contempo, hanno una serie di svantaggi non trascurabili, come ad esempio la bassa sostenibilità ambientale e i costi di produzione. Per questo è necessario trovare materiali che permettono di creare dispositivi termoelettrici più ecologici ed economici, senza perdite nelle performance rispetto a quelli oggi in commercio. 

Produrre energia dai pomodori

Già nel 2016, durante il 251esimo National Meeting & Exposition dell’American Chemical Society, veniva presentato un progetto pilota per produrre elettricità dai pomodori prodotti in Florida, uno stato dove ogni anno ne vengono scartati circa 396mila tonnellate.

I ricercatori americani hanno ideato una speciale cella a combustibile biologico, un dispositivo elettrochimico che permette di convertire energia chimica in quella elettrica. 

Durante le ricerche, gli studiosi della South Dakota School of Mines & Technology hanno scoperto che i pomodori danneggiati possono essere una fonte particolarmente potente di energia, nel momento in cui viene utilizzata in una cella elettrochimica biologica o microbica. Questo tipo di progetto aiuta a purificare i rifiuti solidi di pomodoro contaminati e le acque di scarico associate. 

La giornata di folle di aprile è in arrivo. Prank your friends che aprono un schermata di aggiornamento mai finito sul loro computer. Sedetevi e guardate la loro reazione.

CHIUDI MENU